Propaganda che vince non si cambia

Tradizionalmente le teorie che attribuiscono una certa situazione politica ad una cospirazione messa in atto da entità extrapolitiche e sovranazionali appartiene ad un'area che potremmo definire di “destra” (con tutte le cautele del caso). Il fascismo trasse il proprio sostegno inizialmente incolpando gli “imboscati” per il disastro della, pur vinta, Grande Guerra e poi agitando il pericolo bolscevico che stava per mettere le mani sull'Italia. Il nazionalsocialismo additò gli ebrei come causa di tutte le disgrazie della Germania, agevolmente accoppiando l'ebraismo al bolscevismo. In seguito, quando le vicende politiche fecero perdere a Italia e Germania il sostegno britannico, ebrei e bolscevichi divennero un tutt'uno con la finanza anglosassone.

Il processo è abbastanza intuibile: alla ricerca del consenso tra le masse si fa leva sulle paure del popolino e si addita come causa unica di tutti i problemi una parte minoritaria del corpo sociale, indicandola come un agente di entità quasi onnipotenti ma invisibili e dipingendo il potere in carica come vittima di un potere più forte. In questo modo è possibile mettere in atto azioni concrete di repressione senza doverne pagare le conseguenze: picchiare, derubare, perseguitare, imprigionare, deportare e uccidere anarchici o ebrei non comporta alcun problema di perdita del consenso o di supporto economico e politico, essendo ebrei ed anarchici pochi, deboli e poco amati dal resto della popolazione.

Agente della finanza anglosassone

Durante la guerra fredda, la nuova potenza egemone ha potuto continuare questo schema, teorizzando un'enorme cospirazione planetaria creata dall'Unione Sovietica i cui agenti si erano infiltrati nei gangli vitali dell'apparato statale e della società americana, creando il clima adatto all'accanimento contro l'avversario politico. Nel frattempo le teorie che coinvolgevano gli ebrei e i comunisti non sono morte, ma sono scivolate nell'ombra, covando sotto la cenere dei movimenti di estrema destra.

Quando lo spauracchio dei comunisti ha fatto il proprio tempo, è stato sufficiente teorizzare un complotto planetario retto da entità ancora più fumose del comunismo (che se non altro poteva essere rozzamente identificato con uno Stato ed il suo esercito e le sue spie e la sua propaganda), il Grande Complotto Islamico contro le Nostre Libertà®.

Lo schema si perpetua: il potere crea consenso per mezzo di un capro espiatorio, contro il quale esercita violenza in spregio delle leggi e del buonsenso, sicuro di non trovare alcuna opposizione a quegli atti. Così il governo italiano può rapire, espellere, imprigionare senza processo muratori e autisti di camion, perché farebbero parte di una cospirazione globale volta a trasformare l'Italia in un califfato.

Il futuro califfo d'Italia

La destra italiana è particolarmente capace in questo senso in quanto, oltre ad adeguarsi alla politica dei più potenti imperi americano ed inglese, propone sempre un guizzo nazionalpopolare che ci regala quel tratto di originalità made in Italy. Così la coalizione di destra, che ha la maggioranza dei voti ed è sostenuta e guidata dall'uomo più ricco e potente d'Italia, proprietario di un sistema mediatico capillare e monopolistico, sin dal suo nascere ha sempre adottato lo schema della cospirazione. Il risultato è che nel volgere di 16 anni da quel fatidico 1994, una folta schiera di persone, giornalisti, politici, blogger, editorialisti, ogni volta che incontra qualche critica al sistema politico contemporaneo non allineata alle critiche permesse dal Ministero della Verità grida con gli occhi iniettati di sangue e la bava alla bocca “complottisticomplottisticomplottisti!”, mentre – contemporaneamente – elabora fantasiose quanto complicate (ma pur sempre scopiazzate) teorie della cospirazione in cui ogni agente o accadimento che non vada perfettamente a favore del potere quasi assoluto che esercitano sul Paese fa parte del complotto globale. Quale complotto globale? Chiaramente quello della finanza anglosassone (ding!) che vuole distruggere l'Italia (ding!) e che per fare questo se la prende con il governo di destra (ding!) che sta attuando una politica di autonomia (ding!) a favore del popolo (ding!) in aperto contrasto con la suddetta finanza (ding!). E per impedire che in l'Italia cada in mano loro (ding!) bisogna innanzitutto sconfiggere le sinistre (ding!) che sono i burattini della finanza anglosassone (dinghededinghededì!!!) che controlla i giudici (ding!). Addirittura un noto ministro dalla erre moscia è andato alla tv nazionale rivelando agli italiani che il mondo è governato da una setta di banchieri e finanzieri (ding!) che potremmo definire Illuminati (dindondan-dindondan!!!).

E funziona, non c'è che dire. Persino siti dal magniloquente titolo d'ispirazione marxiana ormai seguono in fila indiana queste teorie della cospirazione.

Va da sé che nessuna di queste persone crede veramente ad una cosa del genere e che la mossa è puramente propagandistica. Le grande ideologie sono cadute, il mondo sta diventando sempre più complicato e gli elettori non si fidano più del potere: è logico che prima o poi qualche potente si riciclasse come nemico dei potenti. Il ministro con la erre moscia, quando si è messo a parlare male degli Illuminati in televisione, sapeva bene che in ascolto c'erano decine di migliaia di persone in attesa di sentir dire queste cose da qualcuno di importante. Più o meno tutti sappiamo che esiste una finanza anglosassone, più o meno tutti sappiamo che essa è potente e più o meno tutti sappiamo che il sistema bancario è un pozzo nero, ma in pochi sanno effettivamente i meccanismi reali quali siano. È un sistema lontano e dai contorni indefiniti. E allora arriva il ministro che dice “sì avete ragione, ci sono i banchieri anglosassoni che comandano tutto e tutti, votate me alle prossime elezioni e gliela faremo vedere noi a quei cattivoni!”

Il sistema è semplice e collaudato: qualche politico viene indagato? I giudici complottano per favorire la finanza anglosassone. Qualche impiegato statale scende in piazza con le bandierine lillà? La sinistra complotta per favorire la finanza anglosassone. Non consegnano le firme per le elezioni amministrative? Complotto contro la politica antimperialista del governo. Di Pietro cerca di coniugare un verbo? La quinta colonna della finanza anglosassone trasmette messaggi in codice agli agenti sotto copertura.

La finanza anglosassone

David Icke

Purtroppo queste astruserie prenderanno sempre più piede. E ancor di più, finché le uniche critiche al sistema sono rottami di socialismo reale e impiegati statali con la sciarpa lillà che gridano “golpe!” per ogni singolo atto o dichiarazione di un rappresentante della destra. Su Facebook.

Promemoria per chi volesse conquistare il mondo: fate sempre la parte dei perseguitati. Sempre e comunque. Se stuprate, frignate perché i poteri forti vogliono uccidere il maschio. Se picchiate, frignate che ha cominciato lui. Se vi arrestano, frignate che questa non è vera democrazia. Non sottovalutate mai il potere della lamentazione. Se siete presidente della Regione, dite che Roma vi vuole distruggere. Se siete Presidente del Consiglio, dite che la Cina/gli Usa vi vogliono distruggere. Se siete Presidente del Mondo, è ora di tirar fuori la storia dei rapimenti alieni. Più potere avete, più dovrete lamentarvi.

7 commenti:

Ed Schlecter ha detto...

Ottimo articolo! :-D

Oltre alla sensibilità e la predisposizione verso il "complottismo" di chi si informa tramite la rete, esiste un altro fattore che rende il gridare al complotto su internet decisamente più semplice rispetto che in televisione e sui giornali.

Se in questi ultimi bisogno ripetere incessantemente il concetto perché si imprima nella debole memoria degli spettatori/lettori, su internet basta buttar lì una parolina chiave ogni tanto, senza nemmeno dover essere troppo espliciti. Ci pensa la memoria artificiale della rete a fare il resto.

Come nel caso di Tremonti, che per aver pronunciato una e una sola volta la parola "illuminati" al TG, senza mai tornare sull'argomento, è diventato l'idolo dei teorici della cospirazione di tutta Italia, mentre il suo video continuerà per lunghissimo tempo ad essere linkato, visto, analizzato e preso come spunto per ulteriori speculazioni.

Un solo appunto: non so quanto regga l'equazione Partecipante al NoBday = dipendente statale. Non ci sono stato, ma mi è stato raccontato che a Roma quel giorno fosse presente umanità di vario tipo. Da quel che ho potuto capire, se proprio vogliamo trovarne uno, il tipo ideale che meglio rappresenta il "popolo viola" probabilmente è piuttosto quello dello studente universitario.

Tommy Angelo ha detto...

il suo video continuerà per lunghissimo tempo ad essere linkato, visto, analizzato e preso come spunto per ulteriori speculazioni.

Infatti, nemmeno avesse buttato una Mentos in una bottiglia di Cocacola! :-)

* * *

non so quanto regga l'equazione Partecipante al NoBday = dipendente statale

Be', oramai la sinistra parlamentare raccoglie i voti sostanzialmente da quell'ambito. Non che altri non votino a sinistra, ma il milieu culturale dove nascono certe idee è quello. Considera che per me anche un docente universitario è un impiegato statale.

il tipo ideale che meglio rappresenta il "popolo viola" probabilmente è piuttosto quello dello studente universitario.

Sempre in ambito statale siamo :-)

Yossarian ha detto...

"Durante la guerra fredda, la nuova potenza egemone ha potuto continuare questo schema, teorizzando un'enorme cospirazione planetaria creata dall'Unione Sovietica"

Il post mi garba, ma non e' che KGB e Unione Sovietica fossero una bocciofila, o una invenzione della Cia.

Le "potenze egemoni" durante la Guerra Fredda erano due, e a parte i "complotti" comunisti per avvelenare l'acqua del Dottor Stranamore, non e' esattamente che i comunisti fossero le povere e perseguitate Sorelle della Misericordia, dedite esclusivamente alle opere di bene...

Cosi' come a parte i deliri da deficienti delle destre xenofobe e islamofobe leghiste ed europee, e' purtuttavia innegabile che all'interno del mondo islamico esistono forze estremamente retrive, che sono anche dannose per i musulmani, ed esistono realta' molto negative che i musulmani si trovano ad affrontare.

Non credo che esista un "problema islamico" come idioti alla Geert Wilders cercano di farci credere, ma non credo si possa negare che il mondo islamico abbia dei problemi.

Cosi' come, complottisti a parte, non mi pare che il neoliberismo anglosassone sia una delle vette piu' elevate e funzionali del capitalismo.

E non ho alcuna intenzione di tornare ai "valori rurali" di una volta, o di abolire la "decadente societa' consumistica"...

:-)

Tommy Angelo ha detto...

Il post mi garba, ma non e' che KGB e Unione Sovietica fossero una bocciofila, o una invenzione della Cia.
Sì ovvio, ma non è che il PCUS ha inventato il rocchenrolle per distruggere l'occidente e i valori cristiani...

Le "potenze egemoni" durante la Guerra Fredda erano due
Certo, ma per i gruppi di potere entrambe erano funzionali alla opposta propaganda. Con in più il fatto che la Russia comunista era già stata invasa una volta dalla potenze capitaliste, quindi qualche timore vero in fondo lo avevano.

all'interno del mondo islamico esistono forze estremamente retrive

Il "mondo musulmano" comprende qualche miliardata di persone che appartengono a culture completamente differenti. Considerando un gruppo umano così ampio, è possibile trovare al suo interno qualsiasi cosa. E' come se gli ucraini venissero accusati dei crimini di Pinochet perché avvenuti all'interno del "mondo cristiano".


non mi pare che il neoliberismo anglosassone sia una delle vette piu' elevate e funzionali del capitalismo.

Non ho mai capito a cosa ci riferisca di preciso con quel "neo", ma grossomodo corrisponde al momento in cui sono saltati gli accordi di Bretton Woods e in cui i soldi finti hanno cominciato a prendere il sopravvento sulla tradizionale produzione industriale (l'antico nucleo del capitalismo anglosassone).

Yossarian ha detto...

@Tommy

"ma non è che il PCUS ha inventato il rocchenrolle per distruggere l'occidente e i valori cristiani..."

Non afferro il legame fra Chuck Berry e Marx...

Colpa mia probabilmente. :-)


Il "mondo musulmano" comprende qualche miliardata di persone che appartengono a culture completamente differenti. Considerando un gruppo umano così ampio, è possibile trovare al suo interno qualsiasi cosa. E' come se gli ucraini venissero accusati dei crimini di Pinochet perché avvenuti all'interno del "mondo cristiano".


Questa se permetti, e' una risposta un po' evasiva.

Anche il mondo occidentale e quello cristiano in generale (ortodossi compresi e America Latina) comprendono circa un miliardo di persone.

Nessuno accusa un cattolico di essere un "requetes" carlista e ultra conservatore della destra spagnola del 1936, ma Franco e' esistito ed e' stato un problema.

Oppure visto che i cristiani sono "un miliardo e appartegono a culture diverse", questo problema non e' degno di nota, e stiamo generalizzando?

Inoltre, io non ho accusato nessuno: senza vis polemica, non giriamo la frittata.

Se basta dire "credo che ci siano questioni aperte all'interno del mondo musulmano" per essere accusati "generalizzare" siamo su una brutta strada.

E lasciamo perdere le stupidaggini dei califfati e delle 72 vergini.

Ho constatato che all'interno del mondo musulmano esistono problemi e non di poco conto.

Oppure sono tutte baggianate che si inventa la Cia, mentre in realta' sono tutti felici e contenti, sciiti e sunniti si amano alla follia, l'estremismo e' un'invenzione della Lega, e Hamas o Hezbollah sono solo una simpatica brigata di birbaccioni?

Ovviamente sara' tutta colpa nostra.

I musulmani non hanno problemi.

Tommy Angelo ha detto...

Yoss, siccome non ho mai detto queste cose, non ho capito a chi sia rivolto il commento.

Yossarian ha detto...

@Tommy

Toommy non sto cercando rogne e nemmeno di litigare.

Con te poi non avrei particolari motivi.

Se uno mi associa alla mafia perche' sono italiano, mi incazzo.

Ma se mi parlano della mafia che esiste ed e' un problema italiano, trovo che rispondere: "gli italiani sono un popolo complesso e non sono tutti mafiosi" sia una risposta evasiva.

Tutto qui.