Io, Brucaliffo

Oggi vi spiego perché amo questo Paese. Ieri sera sono andato a prendere la mia dolce metà al lavoro e ci siamo diretti verso un ristorantino turc-persian-libanes-marocchin-quel-che-vi-pare, dove si può anche fumare la šīša (o narghilè, come preferite).

A differenza dell'Italia, qui è normale condividere il tavolo del ristorante o del bar con sconosciuti; in questo ristorante è di fatto obbligatorio, visto che i tavoli sono molto grandi e possono ospitare anche venti persone. Siccome siamo arrivati presto, il locale era quasi vuoto, così ci siamo accomodati sui cuscini attorno ad un tavolo libero. Abbiamo mangiato e poi ci siamo fatti portare una šīša. Dopo una mezz'oretta circa, è arrivato un gruppo di quattro ragazze che si è seduto al nostro tavolo. Dopo dieci minuti, un altro gruppo di quattro ragazze si è seduto al nostro tavolo.

Immaginate: semidisteso sui cuscini di un locale dall'atmosfera orientale, che beatamente fumo la mia šīša circondato da nove giovani donne una più bella dell'altra, garrule nella loro lieta furia dei vent'anni. Se esiste un Paradiso, è esattamente così che lo voglio.

13 commenti:

Santaruina ha detto...

Una cosa del genere a me non fa proprio nessun effetto.
Non mi dice proprio niente.
Davvero, nessun effetto.
Acqua che scorre, via, senza lasciare traccia.

(inutile, non funziona, non sono ancora arrivato al 7° livello zen, detto anche "il pensiero di 9 femmine intorno a me non mi distrae dalla mia meditazione")

lamb-O ha detto...

Sempre meglio della voglia di scappare che susciterebbe in me

Tommy Angelo ha detto...

Santa: infatti ci si ferma al 6° "sorriso ebete e afasia prolungata"

* * *

lamb-O: perché scappare? Ti assicuro che non c'era posto migliore al mondo, basta rilassarsi e lasciare che succeda quel sia.

lamb-O ha detto...

> perché scappare?

La libido e io andiamo poco d'accordo.

Yossarian ha detto...

Uhmmm...tabacco, buona compagnia, cibo, bevande, e gnocca a go go.

Tendo a essere d'accordo con te.

E' il Paradiso.

Basta non imbottirsi di tritolo per cercare di raggiungerlo a spese degli altri...

:-)

Tommy Angelo ha detto...

Ho come il sospetto che la storia delle vergini ai terroristi sia una delle tante fesserie messe in giro per screditare i musulmani.

E comunque non saprei cosa farmene di 72 ragazzine che non sanno da che parte guardarti. Meglio una ma che sappia il fatto suo.

Yossarian ha detto...

Era una battuta Tommy...non facciamone uno "scontro di civilta' " .

Dai..

Non sono islamofobo, anzi non sono proprio "fobico" verso alcuna cultura.

Dai...mi pare una puntualizzazione gratuita se diretta al sottoscritto, cosi' come mi pare un gioco delle parti un po' tirato per i capelli farmi recitare la parte di quello che si beve le sciocchezze neocon...

:-)

lamb-O ha detto...

Questo chiude la questione:

http://www.youtube.com/watch?v=nOfp0LHtpV0

Attila ha detto...

Con la mia Dolce Metà sarebbe stato un cazzo di incubo; mi spiego: "cosa guardi?", "dove guardi?", "perchè guardi?", "come guardi?", "chi tra queste freschette guardi?"

Con il finale di una immancabile notte passata sul divano anche se tenessi gli occhi incollati ai suoi perchè potrei vedere qualcosa "di riflesso". E non scherzo per niente...

Per fortuna che sono un antitabagista convinto...

Cordialità

Attila

Tommy Angelo ha detto...

Attila, mi hai fatto venire in mente il vero motivo per cui amo questo Paese :-)

Più avanti ci faccio un post. E temo che perderò anche le poche lettrice che ho.

roseau ha detto...

Mirabile visione!

@Mi ricordo una sera dell' aprile scorso in una birreria in via dei Volsci, a Roma. Falecius e io commentavamo la visione di alcune ragazze, che sedevano di fronte a noi. Discutevamo su chi di loro ci facesse più sangue e su chi ci saremmo portate più volentieri a letto.
Un paio me le ricordo ancora. Una tra il castano e il rosso, la pelle vellutata, con la vetta dei seni appena venati d' azzurro.
L' altra aveva il viso di una bellezza primitiva e intensa. Somigliava un po' a Tina Modotti e mi colpiva perché era l'unica del gruppo a guardarsi attorno inquieta e infastidita dalla confusione.
Ad un certo punto, dopo che io ne avevo petrarchescamente cantato le lodi e amorevolmente misurato le grazie, falecius mi ha fatto:
"Sì, sì, va bene, ma smettila di fissarla con l' aria di un predatore!"
:D

Tommy Angelo ha detto...

Scusa roseau, ma cosa intendo per "vetta dei seni" e "venata d'azzurro"?

Non mi è molto chiaro :-)

roseau ha detto...

@Il semicerchio di pelle quasi trasparente da quanto era luminosa che spuntava dalla scollatura della rossa. Si poteva quasi sentirne il calore. La piccola aveva una certa vasodilatazione dopo la seconda tripel e si vedeva una venuzza azzurra in trasparenza.

Captcha: "Saffer"

LOLLONE!